Stampa 

 

A tutti gli operatori della Salute Mentale delle Istituzioni associate AIOP

LORO SEDI

 

 

Cari Colleghi,

Vi scrivo per comunicare che nel mese di dicembre 2014 si è costituita, dopo alcuni incontri preliminari con strutture ad indirizzo psichiatrico di varie regioni, la Società Scientifica Italiana per l’Assistenza Psichiatrica - S.I.A.P.

L’intento che ha spinto un primo gruppo di colleghi a fondare una Società è quello di dar voce, in ambito scientifico, a tutti quegli operatori che quotidianamente, all’interno delle varie strutture psichiatriche accreditate, prestano assistenza ad ogni livello, medico, psicologico e infermieristico agli utenti nel campo della salute mentale.

L’attuale sistema sanitario italiano deve fare i conti con i problemi di contenimento della spesa sanitaria, ma al contempo deve garantire efficacia ed efficienza degli interventi e delle prestazioni erogate; ma nel campo della psichiatria, pur con varie differenze regionali, spesso l’approccio di molti provvedimenti normativi e di parte dei colleghi del servizio pubblico, è penalizzante e non tiene nella giusta considerazione il lavoro svolto dal comparto privato accreditato.

All’interno di questo panorama, ci sono sembrati maturi i tempi per costituire una Società Scientifica costituita da tutte le figure professionali che, a vario titolo, effettuano prestazioni diagnostiche, terapeutiche ed assistenziali nelle Case di cura psichiatriche accreditate di tutto il territorio nazionale e che lavorano insieme ai colleghi del SSN, affichè si esprima in termini propositivi e di confronto in tutti gli ambiti: clinici, assistenziali, di ricerca e formazione.

Le strutture psichiatriche accreditate sono una componente fondamentale della rete assistenziale per la salute mentale del SSN, e rispondono in maniera puntuale e tempestiva ai bisogni dei cittadini. Ritengo infatti che, superando la vecchia antitesi pubblico-privato, si possa arrivare ad un reale "accreditamento tra pari" scrollandosi di dosso vecchie logiche di conflittualità e sia possibile una sana integrazione nell’erogare prestazioni, a vantaggio di tutti i nostri utenti.

Un gruppo di lavoro che possa farsi portavoce anche di proposte di lavoro, di linee guida operative o di proposte normative nel campo della salute mentale e che possa garantire un’adeguata rappresentatività nel rapporto con le istituzioni locali, regionali e nazionali e con il mondo universitario

 

 

Tali attività si potranno variamente sviluppare attraverso:

 

 

Personalmente considero il lavoro che attende il gruppo che si costituirà su base elettiva, alla prossima Assemblea nazionale, una sfida. Con la convinzione che la forza è sempre nel gruppo, chi si sente pronto ad accettare questa sfida, sarà il benvenuto.

 

                                                            Il Presidente pro-tempore S.I.A.P.

                                                                   Dott. Maurizio Parisi

 

 

  N.B. Per l’iscrizione e l’annualità 2015 è stata deliberata la gratuità della quota.